Strategie esperte per addormentare i bambini

I neonati hanno difficoltà a distinguere tra giorno e notte, motivo per cui hanno brevi periodi di sonno mozzafiato 24 ore su 24. Ma una volta che il tuo bambino ha poche settimane, puoi iniziare a insegnargli. differenza e stabilire schemi di sonno sani mentre ci sei. Questi suggerimenti degli esperti possono aiutarti:

Usa la luce in modo strategico

La luce attiva un pulsante biologico nel tuo bambino per stimolarlo. D'altra parte, l'oscurità fa scattare il cervello a rilasciare la melatonina, un ormone chiave del sonno. Mantieni le giornate del tuo bambino luminose e le sue notti buie e saprà rapidamente quando è ora di dormire.

  • Durante il giorno, lascia entrare molta luce solare in casa o portala fuori. Metti il ??tuo bambino in una stanza ben illuminata (a meno che non abbia difficoltà ad addormentarsi durante il pisolino).
  • Per favorire la sonnolenza notturna, considera l'installazione di dimmer sulle luci nella stanza del tuo bambino, ma anche in altre stanze dove voi due trascorrete molto tempo. Abbassa le luci di notte (fino a due ore prima di andare a dormire) per creare l'atmosfera. .
  • Va bene usare una luce notturna nella tua camera da letto, ma scegli una piccola luce notturna che rimanga fresca al tatto. (Non collegarlo alla presa di corrente vicino a lenzuola o tende.)
  • Se tuo figlio si sveglia durante la notte, non accendere le luci e non portarlo in una stanza ben illuminata. Il passaggio dall'oscurità alla luce dice al suo cervello che è ora di andare avanti. Invece, confortalo per tornare a dormire nella sua stanza buia.

Se il sole del primo mattino fa svegliare tuo figlio troppo presto o ha difficoltà a fare un pisolino pomeridiano, considera l'installazione di tende oscuranti nella stanza.

È un compito arduo, soprattutto per le mamme che allattano, ma padroneggia i tempi e tu e il tuo bambino potrete riposare più facilmente. I bambini che si addormentano da soli hanno maggiori probabilità di imparare a calmarsi per dormire.

Prova a mettere a letto il tuo bambino mentre si calma, appena prima che si addormenti. Gli esperti suggeriscono di creare una scala di sonnolenza da 1 a 10 quando il bambino ha 6-8 settimane.

Aspetta un po 'prima di andare a vedere il tuo bambino

Se salti a ogni cigolio che senti sopra il baby monitor, stai solo insegnando a tuo figlio a svegliarsi più spesso. Aspetta qualche minuto per darle il tempo di tornare a dormire da sola. Se non lo fa, e sembra che si stia svegliando, cerca di raggiungerla prima che inizi a urlare a squarciagola. Se intervieni prima del collasso, la riprenderai prima che sia troppo stanca per tornare a dormire.

In ogni caso, abbassare la sensibilità dello schermo del tuo bambino è normale. Regola il volume per essere avvisato quando è in difficoltà ma non riesce a sentire tutti i suoni gorgoglianti.

Cerca di non guardare il tuo bambino negli occhi

Molti bambini sono stimolati facilmente. Anche solo incontrare lo sguardo del tuo bambino può attirare la sua attenzione e segnalare che sta giocando.

I genitori che entrano in contatto visivo con i bambini che dormono li incoraggiano inavvertitamente ad uscire dalla loro zona notte. Maggiore è l'interazione tra te e il tuo bambino durante la notte, più motivato ha bisogno di alzarsi.

Cosa fare invece? Sii discreto. Se hai intenzione di vedere il tuo bambino di notte, non guardarlo negli occhi, non parlare con entusiasmo o mettere la sua canzone preferita su una cintura. Tieni lo sguardo sul suo stomaco e calmalo per addormentarti con una voce calma e un tocco morbido.

Lascia perdere le regole sul cambio del pannolino

Resisti all'impulso di cambiare il tuo bambino ogni volta che si sveglia, non ne ha sempre bisogno, e lo spingerai in giro solo per svegliarlo. Invece, metti il ??tuo bambino in un pannolino da notte di alta qualità prima di andare a dormire. Quando si sveglia, annusalo per vedere se è sporco e cambia solo se c'è la cacca. Per evitare di svegliarlo completamente durante i turni di notte, prova a usare salviette riscaldate in uno scaldasalviette.

Dai al tuo bambino una poppata da sogno 

Se il tuo bambino ha problemi a dormire, svegliarlo per dargli da mangiare a tarda notte (tra le 22:00 e mezzanotte, per esempio) può aiutarla a dormire più a lungo.

Tieni le luci soffuse e solleva delicatamente il bambino che dorme dal letto. Mettilo a letto o prendi una bottiglia. Potrebbe svegliarsi quanto basta per iniziare l'allattamento, ma se non lo fa, picchietta delicatamente le labbra con il capezzolo finché non scatta in posizione. Quando ha finito, rimettilo a letto senza ruttare.

Aspetta finché non è pronto per l'addestramento al sonno

Segui questi suggerimenti per stabilire abitudini di sonno sane e puoi iniziare nel primo mese di vita del tuo bambino. Ma per quanto tu sia disperato, il tuo bambino non sarà pronto per un allenamento formale del sonno fino a quando non avrà almeno 4 mesi. A quel punto, non solo sarà pronto ad addormentarsi per periodi più lunghi, ma sarà anche molto più ricettivo alle tecniche che usi.

Attenersi alle regole in caso di regressione del sonno

Se il tuo bambino si sveglia di nuovo durante la notte, niente panico: probabilmente è solo un singhiozzo temporaneo. Neonati e bambini piccoli hanno spesso lievi regressioni nel sonno intorno a importanti tappe dello sviluppo o cambiamenti di routine, come viaggi, malattie o un nuovo fratello. Molti genitori notano che i problemi di sonno iniziano intorno ai 4 mesi quando i bambini diventano più mobili e i loro schemi di sonno cambiano, e di nuovo intorno ai 9 mesi quando l'ansia da separazione aumenta.

Uscire da questo, tornare alle origini: attenersi a un programma prevedibile e coerente durante il giorno e una routine rilassante prima di coricarsi di notte. Se il tuo bambino è abbastanza grande, scegli una strategia di allenamento per il sonno e provala per una settimana. Se non vedi un miglioramento, rivaluta e prova un nuovo approccio Informazioni di oggi: leggi il nostro brief Telecamera spia prima di andare a comprarlo.

VERIRL